I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante ACCETTO presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

fiori Alle nostre amiche colleghe  pensionate2016

      Mariangela Fardelli, Annamaria Paccapelo, Luisa Rocco e Maria Loredana Stacchiotti

Un augurio di una nuova vita serena ed emozionante e, per voi, una bellissima dedica da parte del nostro carissimo collaboratore scolastico.

"Tutta una vita a fare l'insegnante 

a un mondo distante

che spesso non sa quanto è pesante

spiegare qualcosa a chi non vuol sentire niente

e ti guarda dal banco con lo sguardo stanco e indifferente,

e Tu, con le mani sporche di gesso, quasi piangendo

pensi: 'Cosa faccio adesso?'

Poi alzi lo sguardo e ci ripensi...

se mollo, il ragazzo lo perdo.

E, con pazienza, ripeti ciò che hai già spiegato

sperando che capisca almeno una parte del tuo dettato.

Poi, sul più bello, bussa il bidello.

Ti vorresti arrabbiare, ma lo fai entrare

e ti mette davanti una circolare

e Tu lo guardi come fosse un ...

cammello al Circolo Polare!

Poi c'è chi dice che il Professore fa poche ore

senza sapere che quella lezione a casa la deve preparare

e, appena, il tempo avrà per cenare.

Tu, che su quei libri hai passato una vita

insegnando ai ragazzi la tecnica 

per poi giocare la loro partita,

Tu, che il tempo, che hai passato

prima ad imparare poi ad insegnare,

lo puoi trovare negli occhi di quel Dottore,

che una volta ti guardava da quel banco,

stanco e sperduto,

e Tu con le mani sporche di gesso

la lezione gli hai ripetuto...

e ora cura la vita dei suoi pazienti.

E tutto nacque da quei momenti

in cui Tu sempre presente

riuscisti con calma ad aprirgli la mente.

Ed ora goditi questo riposo

perché la vita è proprio bella

senza il suono della campanella!!"

                                Il bidello Gianni